Pianu di lettura di a Bibbia Ogni ghjornu per 10 Novembre 2018

0
2036

A nostra lettura biblica di ogni ghjornu hè di u libru di Esther 2: 19-23, è Esther 3: 1-15. Leghjite è esse benedettu.

Estera 2: 19-23:

19 E quandu e vèrgine anu riunite a seconda volta, Mordequai s'assettò in a porta di u rè. 20 Esther ùn avia ancu amparatu a so amara nè u so populu; cum'è Mordecai l'avia cumandatu: perchè Esther fece u cumandamentu di Mordecai, cum'è quandu era stata criata cun ellu. 21 In quelli tempi, mentre Madordei si pusò à a porta di u rè, dui di i cammelli di u rè, Bigthan è Teresh, di quelli chì guardavanu a porta, si svolgevanu, è cerconu di pona a manu nant'à u rè Ahasuerus. 22 È ciò chì era cunnisciutu à Madoche, chì a dicia à a regina Estera; è Esther hà certificatu à u rè di questu in nome di Mordecai. 23 È quandu l'inquisizione hè stata fatta da a materia, hè stata truvata; dunque si eranu tramindui spiccati da un arbre: è hè statu scrittu in u libru di e cronache davanti à u rè.

Estera 3: 1-15:

 

1 Dopu à queste cose, u rè Ahasuerus prumove Amanu, u figliolu di Hammedatha Agagite, è u avanzò, è pusò u sediu sopra tutti i prìncipi chì eranu cun ellu. 2 Tutti i servitori di u rè, chì eranu in u portu di u rè, si inclinonu è venerenu a Haman; perchè u rè avia urdinatu cusì. Ma Mordehju ùn si inchiede micca, nè ne riverenza. 3 Allora i servitori di u rè, chì eranu in a porta di u rè, dissenu à Madoche: Perchè trasgrediti u cumandamentu di u rè? 4 Ora si sò parlati ogni ghjornu à ellu, è li ne hà sappiutu, ch'ellu dissi à Haman, per vede s'ellu staranu i cosi di Mardoquei; perchè li avia dettu ch'ellu era un Ebreu. 5 È quandu Haman hà vistu chì Mardoquei ùn si affacciava, nè li rivede, allura Amanu era chinu di còllera. 6 È hà pensatu à disprezzu di mette e mani solu à Mardoqueu; perch'elli l'avianu mustratu à u pòpulu di Mordehju 7 In u primu mese, vale à dì u mese Nisan, in u dodicesimu annu di u rè Ahasuerus, ghjettanu Pur, vale à dì u moltu, davanti à Haman da ghjornu à ghjornu, è da mese à mese, à u dodicesimu mese, chì hè, u mese Adar. 8 È Haman disse à u rè Ahasuerus: C'è un populu dispostu à l'esternu è spargugliatu trà u populu in tutte e pruvince di u to regnu; è e so lege sò diverse da tutte e persone; nè mantenenu e lege di u rè: dunque, ùn hè micca per u prufittu di u rè di soffre. 9 Se faci u piacè à u rè, sia scrittu chì si possi esse distrutti: è pagheghju dece mila talenti d'argentu per e mani di quelli chì anu a carica di l'impresa, per purtallu in u tesoru di u rè. 10 È u rè hà pigliatu u so anellu da a manu, è l'ha datu à Haman, u figliolu di Hammedata Agagite, u nemicu di i Ghjudei. 11 È u rè disse à Haman: L'argentu hè datu à voi, u pòpulu, ancu, per fà cun elli cumu ti pare bè. 12 Allora i scribi di u re eranu chjamati u tredicesimu ghjornu di u primu mese, è ci era scrittu sicondu tuttu ciò chì Haman avia cumandatu à i tenenti di u rè, è à i guvernatori di tutte e pruvince, è à i capi di ogni pòpulu. ogni pruvincia secondu a scrittura di ella, è à tutti i populi dopu a so lingua; in nome di u rè Ahasuerus era scrittu, è stampatu cù l'anellu di u rè. 13 E le lettere eranu spedite da mezu à tutte e pruvince di u rè, per distrughje, tumbà, è fà perisce, tutti i Ghjudei, ghjovani è vechji, picculi zitelli è donne, in un ghjornu, ancu u tredeci ghjornu di u u dodicesimu mese, chì hè u mese Adar, è di piglià u piu di elli per una preda. 14 A copia di u scrittu per un mandamentu da esse datu in ogni pruvincia era publicata à tutti, chì ci fussinu pronti contru à quellu ghjornu. 15 I posti sbarconu, essendu accurtati da u cumandamentu di u rè, è u decretu hè statu datu in u palazzu di Shushan.

 

Annunci

PASSATE una risposta

Piacce u vostru cummentariu!
Introduzate u vostru nome quì