Pianu di lettura di a Bibbia Ogni ghjornu per 14 Novembre 2018

0
2082

A nostra lettura di a Bibbia cutidiana oghje hè di u libru di Esther 9: 1-32 è Esther 10: 1-3. Leghjite è esse benedettu.

Estera 9: 1-32:

1 Ora in u dodicesimu mese, vale à dì u mese Adar, u tredecesimu ghjornu di u listessu, quandu u cumandamentu di u rè è u so decretu si avvicinonu per esse messu in esecuzione, in u ghjornu chì i nemici di i Ghjudei speravanu tene u putere. sopra di elli, (ancu se era vultatu à u cuntrariu, chì i Ghjudei avianu regnatu nantu à quelli chì li odianu;) 2 I Ghjudei si sò riuniti in e so cità in tutte e pruvince di u re Ahasuerus, per mettere a mano quelli che cercavanu ferite: è nimu ùn li pudia stà resistendu; perchè u timore di elli cascò nantu à tutte e persone. 3 È tutti i capi di pruvincia, i tenenti, i deputati, è l'ufficiali di u rè, aiutavanu i Ghjudei; perchè a paura di Mordecai li cascò nantu. 4 Per Mordecai era grande in casa di u rè, è a so fama si alluntanò in tutte e pruvince; 5 Dunque, i Ghjudei battevanu tutti i so nemici cù u colpu di a spada, e di l'abbattimentu, e di distruzzione, è fecenu ciò chì fussinu quelli chì i detestavanu. 6 E in u palazzu di Shushan, i Ghjudei fecenu tombu è distrughjenu cinque centu omi. 7 Parshandatha è Dalphon è Aspatha, 8 And Poratha, Adalia, Aridatha, 9 And Parmashta, Arisai, Aridai, Vajezatha, 10 I figlioli di Haman, u figliolu di Hammedatha, u nemicu di i Ghjudei, li tumbavanu; ma in u piuchjulamentu pusonu micca e so mani. 11 In quellu ghjornu, u numeru di quelli ammazzati in Shushan, u palazzu era purtatu davanti à u rè. 12 È u rè disse à a regina Ester: I Ghjudei anu tombu è distruttu cinque centu omi in u palazzu di Shushan è i dece figlioli di Haman; chì anu fattu in u restu di e pruvince di u Rè? ora quale hè a vostra petizione? è vi sarà cuncessu: o quale hè a vostra dumanda in più? è sarà fattu. 13 Allora Ester disse: Se fate u rè à u rè, sia cuncessu à i Ghjudei chì sò in Shushani di fà à dumane ancu secondu l'ordine di oghje, è lasciate chì i dece figlioli di Haman fussinu impiccati à a forca. 14 È u rè hà urdinatu à esse fattu cusì: u decretu hè statu datu à Shushan; e hanu spiccatu i dece figlioli di Haman. 15 Per i Ghjudei chì eranu in Shushan, si sò riuniti in u quindiciè ghjornu ancu di u mese Adar, è tombu trècentu omi à Shushan; ma in a preda ùn pusonu micca a so manu. 16 Ma l'altri giuvani che eranu in pruvincia di u re si riunì, si stavanu per a vita, e si sò riposati da i nemichi, e hanno ucciso i nemici settanta cinque mille; u tredici ghjornu di u mese Adar; è u quindiciè u ghjornu di u listessu sò riposate, è u fece ghjornu di festa è di gioia. 18 Ma i Ghjudei chì eranu in Shushan, sò riuniti inseme in u tredicesimu ghjornu; è a quattordici di quessu; è u quindeci ghjornu di u listessu sò riposati, è u fece di ghjornu di festa è di gioia. 19 Dunque, i Ghjudei di i paesi, chì abbitavanu in e cità senza piazza, anu fattu u quattordicesimu ghjornu di u mese à Adar un ghjornu di gioia è di festa, è un bellu ghjornu, è di invià porzioni unu à l'altru. 20 Madoche hà scrittu queste cose, è mandò lettere à tutti i ebrei chì eranu in tutte e pruvince di u rè Ahasuerus, sia à luntanu sia à a fine, 21 Per stabilisce questu trà di elli, chì avissinu guardà u quattordici ghjornu di u mese Adar, è U quindeci ghjornu di u listessu, annuale, 22 Cum'è i ghjorni induve i Ghjudei si sò riposati da i so nemici, è u mese chì si hè giratu à elli da u dulore à a gioia, è da u dolu à un bon ghjornu: chì li fessinu feste di festa. è gioia, è di mandà porzioni unu à l'altru, è rigali à i poveri. 23 E i Ghjudei s'impennonu di fà cum'è l'avianu iniziatu, è cumu Mordecai li avia scrittu; 24 Perchè Haman, u figliolu di Hammedata, l'Agagite, u nemicu di tutti i Ghjudei, avia ideatu contru à i Ghjudei per distrughjini è lampatu Pur, vale à dì a lotta, per cunsumalli è per distrughjini; 25 Ma quandu Ester era ghjunta davanti à u rè, hà urdinatu cù e lettere chì u so dispusitivu maleficu, chì hà ideatu contr'à i Ghjudei, vultessi à u so capu, è chì ellu è i so figlioli fussinu spiccati da a forca. 26 Dunque sò chjamati sti ghjorni Purim dopu u nome di Pur. Dunque, per tutte e parolle di sta lettera, è quella chì avianu vistu in stu sugettu, è chì era ghjuntu per elli, 27 i Ghjudei urdinonu, è pigliavanu nantu à elli, è nantu à a so semente, è à tutti quelli chì si unìanu elli, cusì cum'ellu ùn si deve falla, ch'elli ne guarderanu sti dui ghjorni secondu a so scrittura, è secondu u so tempu numinatu ogni annu; 28 È chì sti ghjorni fussinu esse ricurdati è mantenevanu in ogni generazione, ogni famiglia, ogni pruvincia, è ogni cità; è chì questi ghjorni di Purim ùn deve falla micca trà i Ghjudei, nè a memoriale di elli ùn perisce micca da a so semente. 29 Allora a regina Ester, figlia di Abihail, è u Giudeu Madoche, scrisse cù tutta l'autorità, per cunfirmà sta seconda lettera di Purim. 30 È mandò e lettere à tutti i Ghjudei, à centu vinti e sette pruvince di u regnu d'Ahasuerus, cù parolle di pace è di verità, 31 Per cunfirmà questi ghjorni di Purim in i so tempi numinati, cum'è Mordequeo u Ebreu è Estera a regina li avia incuntinatu, è cume anu decrettu per elli è per e so sete, i prublemi di i dite è i so chiancinu.

Estera 10: 1-3:

1 È u rè Ahasuerus hà messu un tributu à a terra, è à l'isule di u mare. 2 È tutti l'atti di u so putere è di a so putenza, è a dichjarazione di a grandezza di Madordea, induve u rè li hà avanzatu, ùn sò micca scritte in u libru di e croniche di i re di Media è di Persia? 3 Per Mordequeu, l'ebbreu era accantu à u rè Ahasuerus, grande trà i Ghjudei, è accettava a multitùdine di i so fratelli, à circà a ricchezza di u so pòpulu, è à parlà a pace à tutta a so semente.

Annunci

PASSATE una risposta

Piacce u vostru cummentariu!
Introduzate u vostru nome quì